Ventilazione meccanica in estate

Ventilazione meccanica in estate

Giu , 15
Ventilazione meccanica in estate

Sistemi di Raffrescamento E Ventilazione Meccanica

Durante la stagione estiva, come in quella invernale, l’aria espulsa da un ambiente interno climatizzato si trova spesso a condizioni energetiche più favorevoli rispetto a quelle dell’aria esterna da immettere. In queste condizioni è possibile effettuare un “recupero energetico dell’aria espulsa”.
Nei sistemi di ventilazione questo recupero avviene attraverso specifici componenti chiamati recuperatori di calore. Lo scambio termico tra due flussi, può essere di due tipi. Solo sensibile, nel caso venga modificata la sola temperatura dei flussi d’aria. Oppure latente, nel caso venga modificata la loro umidità specifica. Il loro compito primario non è quello di mantenere l’ambiente alle condizioni di comfort termico controllando quindi la temperatura e l’umidità, bensì quello di garantire una salubre qualità dell’aria.
Di seguito vengono elencate le principali tecnologie utilizzate, a seconda dei vari contesti climatici italiani, per il rinnovo dell’aria nel periodo estivo, nelle residenze e negli uffici.

  • Sola ventilazione meccanica con la possibilità di “by-pass” sul recuperatore di calore, per favorire l’ingresso di aria fresca, non preriscaldata, durante le ore notturne più fresche. Tale soluzione permette di raffrescare l’involucro durante le ore notturne.
  • Sola ventilazione meccanica, sempre con possibilità di “by-pass” sul recuperatore per le ore notturne, solo se le condizioni di temperatura esterna sono favorevoli, ma integrata con componenti specifici per raffrescare e deumidificare durante le ore diurne
  • e 4. Ventilazione meccanica abbinata a sistemi di climatizzazione radianti o convettivi.

La VMC in Estate

Durante in periodo estivo si possono verificare due condizioni: 

  • raffrescamento con valori di temperatura dell’aria esterna inferiori a quelli dell’aria in ambiente: il recuperatore di calore potrebbe essere disattivato o comunque parzializzato per evitare di immettere aria a temperatura superiore a quella ambiente.
  • raffrescamento con valori di temperatura dell’aria esterna superiori a quelli dell’aria in ambiente: il recuperatore di calore è sempre in funzione. Come in inverno, anche in estate è molto importante ventilare solo quando necessario, perchè ventilare è un carico: si immette in ambiente aria a temperatura più alta di quella di set-point dell’impianto di climatizzazione.

La VMC per Deumidificare, Quando e Quanto

Sono possibili due meccanismi di controllo dell’umidità relativa interna mediante ventilazione e mediante deumidificazione. 

  • CONTROLLO DELL’UMIDITA’ MEDIANTE VENTILAZIONE: durante il periodo estivo l’umidità specifica esterna è spesso superiore a quella limite interna. Nelle VMC con recuperatore statico o rotativo la riduzione dell’umidità relativa dell’aria avviene in caso di condensa superficiale sullo scambiatore. Tale fenomeno risulta non controllabile e può essere ridotta entità.
  • CONTROLLO DELL’UMIDITA’ MEDIANTE DEUMIDIFICAZIONE: il metodo comunemente adottato per deumidificare l’aria è quello per raffreddamento ad una temperatura inferiore a quella di rugiada: l’umidità in eccesso, rispetto a quella di saturazione, condensa e pertanto l’umidità specifica si riduce.

La VMC per Rinfrescare: Quando e Quanto.

Per i sistemi solo con scambiatore di calore la riduzione della temperatura dell’aria immessa avviene a seguito del passaggio dello scambiatore di calore. Maggiore è la differenza tra la temperatura esterna ed interna, maggiore sarà il salto termico a seguito dello scambio. Durante il periodo estivo la differenza di temperatura tra interno ed esterno durante il giorno è contenuta (circa 10°). In tale situazione, anche con recuperatore con efficienza elevata, la riduzione di temperatura sarà contenuta. Per i sistemi con deumifìdificatore aggiuntivo le potenzialità di raffrescamento variano in funzione delle tipologie delle macchine ed ovviamente anche del contesto climatico e delle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio.

Post a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Simone Feliciani 2020. All Rights Reserved. - P.IVA 02278110305